Luciano Rispoli Psicologia: Cefalee

Luciano Rispoli Psicologia: Cefalee

 

 

Luciano Rispoli Psicologia: Cefalee

Il grande diffondersi odierno delle cefalee è dovuto all’aumento di due delle cause principali che le producono:
– una condizione di tensione in tutti i muscoli del collo, nuca e spalle (causa muscolo-tensiva),
– il deteriorarsi della circolazione del sangue nella zona della testa (causa vasomotoria).
La tensione muscolare è dovuta molto ad atteggiamenti di attenzione intensa e vigilanza; attenzione che la nostra società ci domanda sempre di più. Traffico, automobili che sfrecciano, motorini che ti investono, folla, gente che ti spinge, messaggi televisivi, pubblicità, musica forte, insegne luminose, televisori, internet, computer, preoccupazioni e sforzi; tutto questo contribuisce ad aumentare le tensioni nei muscoli del collo, della nuca e delle spalle, perché la testa deve essere ben attenta, vigile, pronta a girarsi e a notare ciò che non bisogna lasciarsi sfuggire.

Oggi si è aggiunta una ulteriore condizione che in pochi anni è diventata la più diffusa, e cioè il guardare a lungo lo schermo del piccolo cellulare: è evidente che in questa posizione la testa è sempre rivolta verso il basso e ancora di più siamo costretti in una tensione crescente nella zona della nuca, e non solo della nuca ma anche di molte altre parti del corpo soprattutto spalle e muscoli cranici.

Inoltre, questo continuo sguardo sullo schermo del cellulare porta a una stanchezza negli occhi che sono sempre fissi su immagini e scritte (in genere abbastanza piccole) quasi senza pausa.
Ma bisogna aggiungere che la necessità di vigilare e l’attenzione costantemente rivolta verso schermi grandi o piccoli che siano, fanno affluire maggiormente il sangue “verso l’alto”, fanno trattenere tutto su, fanno sovraccaricare a livello fisiologico la parte alta del nostro corpo, contribuendo anche alla causa vaso-motoria…

 

Continua a leggere cliccando qui –> Lucianorispoli.it


Clicca su www.lucianorispoli.it per leggere altri interessanti articoli.


Vuoi specializzarti in Psicoterapia? Vieni a scoprire la nostra Scuola –> SEF

Ti suggeriamo anche...

Share