Luciano Rispoli Psicoterapeuta: Simposio Internazionale

Luciano Rispoli Psicoterapeuta: Simposio Internazionale

Luciano Rispoli Psicoterapeuta:

scuola_di_psicoterapia1° Simposio Internazionale

 “Wilhelm Reich: storia di una rimozione”

Napoli, 3 Novembre 1987

Il Simposio Internazionale “Wilhelm Reich: storia di una rimozione”, organizzato dall’Istituto Italiano per gli studi Filosofici, dal Centro Studi Wilhelm Reich di Napoli, diretto da Luciano Rispoli, sono emersi, dalle analisi di studiosi e ricercatori di numerose nazioni europee ed americane, risultati estremamente significativi, tra i quali possiamo sinteticamente citare i seguenti:

  1. Un’analisi ed una riflessione all’interno della Scienza dei suoi condizionamenti e delle imprese dalle più recenti ricerche. Spesso le direzioni che essa intraprende tralasciano scoperte importanti o spunti cariche di potenzialità. E’ ciò che, ad esempio, è accaduto a Wilhelm Reich e alle sue scoperte. E’ importante invece che si indaghi su ogni piccola possibilità che possa portare a salute fisica e psichica dell’uomo.
  2. All’interno della Psicologia Clinica ci sono attualmente numerose strade che collegano la ricerca con la biologia, la fisiologia e che permettono di studiare l’uomo unitariamente da più punti di vista, attraverso tutte le funzioni che intervengono nella relazione. Le frontiere di queste discipline scientifiche schiudono oggi prospettive incommensurabili.
  3. Si può finalmente parlare del consolidamento di un vero e proprio ramo scientifico, quello della psico-corporeità, dello studio del Sistema Uomo visto come complesso di funzioni multiple, delle relative connessioni o sconnessioni (modello del Sé Corporeo). Questa nuova direzione intrapresa dalla Scienza risulterà nel futuro un indispensabile substrato di conoscenze in numerosi ambiti: dalla medicina alla psicopedagogia, dalla biologia all’informatica, perché il suo oggetto di studio è proprio l’integrarsi nell’uomo dei piani che lo compongono: razionale, ideativo, fisiologico, muscolare, emotivo, con tutte le funzioni che questi piani racchiudono. 

Il Simposio ha visto una partecipazione viva ed interessata di un folto pubblico e la presenza qualificata di relatori provenienti da numerosi paesi Europei ed Americani. Nell’apertura dei lavori hanno portato il saluto e l’impegno di un intervento sempre più qualificato e presente dell’Amministratore locale nel campo della salute e della prevenzione, il Sindaco di Napoli, l’Assessore alla Pubblica Istruzione della Regione.

Ha portato, inoltre, il saluto il Dr. Giovanni Cavadi del Direttivo Nazionale della Società Italiana di Psicologia.

A trent’anni dalla morte dell’insigne studioso austriaco, è la città di Napoli ad aver avuto l’onore di raccogliere così numerosi studiosi e ricercatori provenienti da tutte le parti del mondo. E’ infatti proprio a Napoli che che è attivo ed operante dal 1968 uno dei più importanti Istituti di studi del settore, il Centro Studi Wilhelm Reich e la sua Società Scientifica la S.I.V. (Società Italiana di Vegetoterapia e Psicoterapia Corporea). 

I convegnisti hanno discusso attraverso un fitto scambio di interventi, relazioni, tavole rotonde, in tedesco, inglese, francese ed italiano, nei due giorni di Venerdì 30 e Sabato 31, presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici a Palazzo Serra di CAssano. Nei giorni seguenti, Domenica 1 e Lunedì 2 Novembre si sono tenuti, nella sede del Centro Studi Wilhelm Reich di Napoli, quattro Seminari teorico-pratici. Il primo tenuto da Eva Reich, che opera da 30 anni in questo settore, sulla gravidanza, nascita e primi momenti di vita dei bambini; il secondo sulla Vegetoterapia, condotto da Myron Sharaf, allievo e collaboratore di Reich; il terzo da Estrada Villa dell’Istituto Reich del Messico sulla regressione; e, infine, l’ultimo tenuto dai tedeschi Senf, Seiler e Muschenich che hanno proseguito gli studi di Reich sul cancro, sulla lotta a questa malattia degenerativa, e sui rapporti tra vegetoterapia, omeopatia, agopuntura e biofisica.

E’ stato, inoltre, proiettato il film di Djne Marco Vicz su Wilhelm Reich con interviste a studiosi e continuatori della sua ricerca in varie nazione del mondo.

I lavori si sono chiusi con l’impegno di proseguire questo scambio scientifico tra varie nazioni con prossimi appuntamenti e prossimi progetti per continuare nella ricerca sull’infanzia, sulla psicoterapia corporeo-caratteriale, sulla prevenzione delle malattie psicosomatiche e degenerative.

 

Ti suggeriamo anche...

Share