Luciano Rispoli psicoterapia : Convegno “Il virtuale e il corporeo: quale futuro?”

Luciano Rispoli psicoterapia : Convegno “Il virtuale e il corporeo: quale futuro?”

luciano_rispoli_psicoterapeutaLuciano Rispoli | Psicoterapia

 Convegno Nazionale

“Il virtuale e il corporeo: quale futuro?”

Napoli 8, 9 Maggio 1998

Il giorno 8 e 9 Maggio del 1998, nella sede del Palazzo Serra di Cassano (NA) si svolgerà il Convegno Nazionale “Il Virtuale e il Corporeo: quale futuro?” Millenium, nuove prospettive, nuove utopie.

La Società Italiana di Psicoterapia Funzionale Corporea (S.I.F.), diretta dallo psicoterapeuta Luciano Rispoli, ha promosso e presieduto questo evento che vedrà la partecipazione di personalità di spicco della comunità scientifica, come Franco Berardi, Maria Bettetini, Mario Canali, Vincenzo Catania, Valerio Evangelisti. Inoltre interverranno Iaia Forte, Paolo Graldi, Maria Fortuna Incostante, Alida Labella, Alberto Lori, Sergio Moravia, Agata Piromallo, Gambardella, Gino Ramaglia, Ermanno Rea, Pio Emilio Ricci Bitti, Luciano Rispoli, Giuseppe Rizzi, Paolo Rosa, Luciano Scateni e Vincenzo Siniscalchi.

Verrà, inoltre, presentato il pensiero Funzionale che si basa su una concezione di unitarietà della persona, vista attraverso le Funzioni (che non sono “parti”) relative a tutti i processi psico-corporei dell’organismo umano, le quali concorrono in modo paritetico a costituire il Sé (senza più gerarchie, prevalenze o scissioni tra mentale e corporeo). In questa visione il Sé non è una struttura, ma un’organizzazione di Funzioni (razionalità, ricordi, fantasie, emozioni, ma anche movimenti, forma del corpo, posture, nonché sistemi e apparati fisiologici e neurovegetativi) secondo l’ottica più moderna della complessità. 

Un’altra concezione altamente innovativa riguarda i funzionamenti di fondo delle persone, cioè quel che sta alla base del nostro agire, che genera comportamenti, pensieri, parole, atteggiamenti più specifici e differenziati. E’ proprio attraverso l’essenzialità dei funzionamenti di fondo che è possibile prendere in considerazione, realmente in modo scientifico, la globalità della persona con così numerose variabili, con i suoi vari e complessi Sistemi profondamente interconnessi e integrati. 

Il Neo-Funzionalismo studia appunto tali funzionamenti a partire dall’infanzia, identificando la loro origine in quelle esperienze che sono fondamentali (Esperienze di Base del Sé) affinché il bambino, nel diventare adulto, conservi l’integrazione originaria, la salute, il benessere, e sviluppi tutte le capacità necessarie ad affrontare adeguatamente e con successo la vita.

Ti suggeriamo anche...

Share